GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI SOTTO SOGLIA NELLA P.A.
DOPO LA LEGGE 14/06/2019, N. 55 (cd. sblocca cantieri)

CONTENUTI CORSO

CODICE MEPA (per i non abbonati a FLAT e SUPERFLAT): PA360.15

DOCENTE: dott. ALESSANDRO QUARTA, Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore PA360

DESTINATARI: RUP (amministrativi e tecnici), dipendenti con funzioni direttive, addetti alle strutture di supporto, Dirigenti, funzionari, addetti agli uffici Appalti, Contratti, Economato, responsabili e referenti dell’Anticorruzione nonché Avvocati ed addetti degli Uffici legali

OBIETTIVI: Il corso esamina le numerose novità in materia di appalti pubblici intervenute nei primi sei mesi dell’anno 2019, in primis D.L. 18 aprile 2019, n. 32 e Legge 14 giugno 2019, n. 55 (cd. Sblocca Cantieri).
A seguire l’analisi si concentrerà sulle modalità di affidamento diretto, sull’obbligatorietà del Mepa alla luce della modifica intervenuta sull’art.1, comma 450 della Legge 296/2007 per effetto dell’art.1, comma 68 della Legge di Bilancio 2019 e sulla conseguente obbligatorietà delle comunicazioni elettroniche ex art.40, comma 2, del Codice dei Contratti.
Ampio spazio sarà dedicato alle procedure sotto soglia e agli adempimenti connessi sia nelle ipotesi di affidamenti diretti che nelle procedure negoziate. 

PROGRAMMA:
A) L’affidamento diretto infra 40.000 € dopo l’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4

  • Le diverse possibili procedure per gli affidamenti infra 40.000 euro.
  • L’applicazione del principio di rotazione degli affidamenti diretti secondo la giurisprudenza e le Linee guida ANAC n. 4.
  • La questione del riaffidamento diretto al contraente “uscente”: la motivazione aggravata. Casistica operativa.
  • La questione della motivazione dell’affidamento diretto dopo la modifica dell’art. 36, co. 2, lett. a), del Codice.
  • La motivazione circa la congruità economicità in assenza della richiesta di più preventivi.
  • La determina a contrarre “semplificata” o atto equivalente per gli affidamenti diretti senza previa consultazione di più operatori economici.
  • Le ulteriori semplificazioni previste dal Decreto correttivo: l’esonero dalle cauzioni e le FAQ dell’ANAC, la deroga all’obbligo di indicare i costi della sicurezza e della manodopera, la possibilità di ricorrere al prezzo più basso, ecc.
  • La verifica “semplificata” dei requisiti nell’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4.
  • La stipula del contratto e le relative forme: lo scambio di corrispondenza e la questione dell’applicazione del bollo.

B) L’affidamento diretto previa consultazione di cinque operatori economici previsto dall’art.36, comma 2, lett. b) del D. Lgs. 50/2016 nella nuova versione introdotta dalla Legge 14 giugno 2019, n.55 per importi pari o superiori a € 40.000,00 e fino alla soglia comunitaria.

  • La differenza tra affidamento diretto ex art.36, comma 2, lett.a) e affidamento diretto “mediato” ex art.36, comma 2, lett.b);
  • Il numero minimo dei soggetti da invitare: l’eventuale integrazione e le modalità attuative.
  • Il numero massimo dei soggetti da invitare e la riduzione mediante sorteggio o altri criteri. Il rapporto con la rotazione.
  • La scelta degli operatori da invitare: i principi generali e le Linee guida ANAC.
  • Gli elenchi aperti: modalità di costituzione e aggiornamento.
  • L’indagine di mercato: la pubblicazione dell’avviso sul profilo di committente e le altre misure per garantire trasparenza e concorrenza.
  • La lettera di invito: il contenuto minimo secondo le Linee guida ANAC e le opportune integrazioni.
  • La verifica dei requisiti dopo l’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4.
  • L’applicazione della procedura sulle piattaforme elettroniche (MePA, sistemi telematici di negoziazione).
  • La “nuova” determina a contrarre semplificata prevista dall’art.36, comma 2, lett.b).
  • La stipula del contratto.
  • Esame di casi operativi.
DOMANDE FREQUENTI

1) Quali clausole devo inserire nella determina a contrarre?
2) In che modo posso applicare i principi generali dell’art.30, comma 1, del Codice?
3) Quando è possibile derogare al principio di rotazione?
4) L’affidamento diretto deve essere motivato?
5) La determina a contrarre è obbligatoria per qualsiasi importo?
6) Cosa significa contratto per corrispondenza commerciale?
7) Nell’ipotesi di affidamenti fino a 40.000,00 euro quali verifiche devo effettuare?
8) Il DGUE va sempre richiesto?
9) il RUP va nominato anche per gli affidamenti diretti?
10) Che differenza c’è tra affidamento diretto di cui all’art.36, comma 2, lett. a) e affidamento diretto, previa consultazione di almeno cinque preventivi di cui all’art.36, comma 2, lett. b);
11) la cauzione provvisoria è obbligatoria?
12) la cauzione definitiva è obbligatoria o può essere sostituita dal miglioramento del prezzo;
13) come si congruisce un’offerta;
14) è possibile utilizzare il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per gli affidamenti fino a € 40.000,00?
15) Che differenze esiste tra principio di concorrenza e principio di rotazione?
16) come posso far partecipare ad una procedura di importo di modico valore il precedente affidatario?
17) cosa significa divieto di artificioso frazionamento della spesa?
18) Cosa significa obbligo di motivazione;
19) Si deve applicare lo stand-still negli affidamenti sotto soglia?
20) cosa significa aggiudicazione efficace? Esiste ancora la differenza tra aggiudicazione provvisoria e definitiva?

SUPPORTO SPECIALISTICO

PA360 garantisce l’assistenza in tutte le fasi relative agli affidamenti sotto soglia comunitaria (dalla predisposizione delle determine a contrarre fino alla fase di stipula del contratto).

Con riferimento alla determina a contrarre si valuteranno:
1) le motivazioni da inserire nella stessa;
2) la congruità delle offerte;
3) eventuali problemi connessi con gli acquisti di modico valore o con acquisti di importo superiore a € 40.000,00 non inseriti nel programma biennale.

Particolare attenzione sarà dedicata all’applicazione del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti in relazione all’invito all’operatore economico uscente, alla verifica degli operatori economici, alla predisposizione delle circolari applicative del codice nelle more dell’emanazione del Regolamento di esecuzione del Codice dei Contratti.

Per le procedure di importo pari o superiori a € 40.000,00 saranno predisposti:
1) bozza di determina;
2) avviso di manifestazione di interesse;
3) bozza di lettera d’invito;
4) bozza di capitolato speciale d’appalto;
5) dichiarazioni varie (DGUE, sopralluogo);
6) modulo offerta;
7) bozza di contratto;

PA360 fornisce altresì assistenza operativa on line in materia di affidamenti sotto soglia, applicazione del criterio di anomalia dell’offerta, proroghe e rinnovi dei contratti, utilizzo del quinto d’obbligo.


PA360 srl
Viale della Libertà 197/A - 73100 Lecce
C.F. e P.I. 05034240753
  • 0832.409463
  • 0832.1836950
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abilita il javascript per inviare questo modulo